Avis Comunale Latina

Alternativa al viagra senza ricetta in farmacia 10 Miti sulla disfunzione erettile - Le farmacie vendono il Cialis.

MILLE GRAZIE,ANZI 4700!!!
Tagliato il traguardo delle 4700 sacche di sangue raccolte

Il 2007 per l'Avis di Latina si e' chiuso con un andamento più che positivo; infatti anche l'anno da poco terminato si e' concluso per i volontari del sangue del capoluogo pontino con il segno � + �, raggiungendo quota 4700 donazioni. Ottimi i risultati anche nell'ultima parte dell'anno, registrando nel solo mese di dicembre 500 donazioni. 
"Dopo i numerosi inviti alla donazione, vogliamo ringraziare pubblicamente tutte quelle persone che hanno donato un poco del loro tempo a favore di chi ne ha bisogno, donando il proprio sangue in modo autonomo e volontario" afferma Marco Fioravante, presidente di Avis Latina, che prosegue:

"E’ proprio grazie alla sensibilità dei donatori che, negli ultimi anni, siamo riusciti a soddisfare almeno in parte le necessità ospedaliere." 
Il risultati conseguiti sono stati possibili grazie all'impegno quotidiano dei volontari che ruotano intorno all'Avis di Latina e ad un organizzazione presente e capillare sul territorio. Un ringraziamento doveroso al supporto dato dai media, che sensibili al nostro operato e compito, ci aiutano costantemente a sensibilizzare quel gesto di immensa gratitudine verso il prossimo che racchiude in se il dono del sangue.
“Quello di oggi non deve essere visto come un traguardo, ma come la spinta a proseguire su questa direzione “ afferma Marco Fioravante, presidente della sezione Avis di Latina, che aggiunge “Perchè quest’impegno? E perché questa spinta a voler fare sempre di più?
Non è mania di protagonismo , ne di arrivismo, è soltanto la consapevolezza che purtroppo ci sono sempre più persone che hanno bisogno di una trasfusione, e ancora non è stata raggiunta la tanta acclamata autosufficienza in campo regionale e nazionale”.
Sempre più attuale lo slogan che la nostra sezione sta proponendo da alcuni mesi “ mille grazie…anzi 4700!!”, proprio per sottolineare la vera forza della nostra sezione…la forza di 4700 sacche di sangue raccolte.
Il risultato conseguito è stato possibile grazie all’impegno quotidiano dei volontari che ruotano intorno all’Avis di Latina e ad un organizzazione presente e capillare sul territorio.
Ricordiamo che è possibile donare tutti i mercoledì, venerdì, domeniche e giorni festivi dalle ore 8.00 alle 11.00 presso il centro di raccolta cittadino di corso Matteotti, 238 o presso il S.I.T. dell’ospedale Goretti tutti i giorni esclusi i festivi.
Inoltre ogni prima domenica del mese è possibile donare il sangue presso la sottosezione di LATINA SCALO in via della stazione 185 e, ogni seconda domenica del mese presso la sottosezione di BORGO SABOTINO in via foce verde.
Periodicamente con l’ausilio della nostra autoemoteca, vengono organizzate giornate di raccolta presso i principali borghi non raggiunti dalle nostre sottosezioni e presso istituti scolastici della città di Latina.

Il Presidente Nazionale Tieghi: "I nostri donatori sono un capitale sociale"

 

 

 

ASSEMBLEA NAZIONALE 2008 RIVA DEL GARDA SUPERATO IL TETTO DEI 1.100.000 SOCI.
 

Si e' conclusa domenica 18 maggio a Riva del Garda la 72^ Assemblea generale dell'AVIS, con la votazione dei bilanci e della mozione conclusiva e la comunicazione ufficiale dei dati relativi ai soci iscritti e al numero delle donazioni di sangue. In rapporto all'anno precedente, i soci sono cresciuti del 2,63% ( da 1.087.186 a 1.115.745). Aumenta anche il numero di donazioni di sangue effettuate: sono 1.883.616, con un incremento del 2,33% in confronto al 2006 (quando erano 1.840.750). Nell'intervento conclusivo, il presidente nazionale Andrea Tieghi ha ribadito l'impegno per un'associazione unita e sottolineato la centralita' del donatore di sangue in ogni attivita': "I nostri donatori rappresentano uno straordinario capitale sociale." L'AVIS, inoltre, e' chiamata a valorizzare sempre piu' le giovani generazioni e affidare loro incarichi di responsabilita'".\par "Meglio donare, donare meglio": e' questo lo slogan che l'AVIS ha scelto per la sua settantaduesima Assemblea generale, che si e' svolta a Riva del Garda (TN) dal 16 al 18 maggio. Il tema assembleare e' stato ulteriormente specificato dal sottotitolo: "L'autosufficienza di sangue e plasma, e le unit\'e0 di raccolta associativa". Nella tre giorni trentina l'Associazione ha voluto dunque interrogarsi sulla raccolta di sangue, in una prospettiva unicamente qualitativa, sia dal punto di vista della sicurezza trasfusionale sia della costruzione di un rapporto pi\'f9 stabile e duraturo con i donatori, che sono l'autentica ricchezza dell'Associazione.\par Rapporti piu' consolidati potranno far cessare quasi del tutto il fenomeno dei donatori occasionali, che seppure in forte calo non e' ancora stato del tutto eliminato. Tutti gli studi scientifici in nostro possesso dimostrano che tra i donatori periodici e associati il numero di sacche scartate e' 7 volte inferiore di chi si accosta alla donazione di sangue in modo episodico ed emozionale.\par \cf1 Durante i lavori assembleari, grande spazio e' stato rivolto ai giovani, presenti in numero sempre maggiore all'interno dell'associazione, coordinati dalla referente Nazionale giovani, Aurora Di Lenola proveniente dall'Avis di Latina; i giovani avisini hanno potuto presentare i lavori svolti in ambito nazionale, attraverso la realizzazione di diversi filmati.\par L\rquote Avis del capoluogo pontino e' stata rappresentata da Anna Maria Visco, presidente della sottosezione di Latina Scalo nonche' capo delegazione della rappresentanza dell'Avis regionale Lazio e da Massimiliano Bellizia, Antonio Tombolillo e Massimiliano Renzetti, giovani che ricoprono all'interno della sezione di Corso Matteotti incarichi di responsabilita', proprio come ribadito dal presidente Nazionale a Riva del Garda.

AVIS E SCUOLA: L’AVVENTURA CONTINUA 
Sabato 4 dicembre si svolgera' una giornata di raccolta con gli studenti universitari 

Continua il progetto di sensibilizzazione rivolto agli studenti delle scuole di Latina, da parte dell'Avis del capoluogo pontino.
Dopo il coinvolgimento, negli ultimi mesi, degli allievi delle scuole superiori, l'Avis ha deciso di incontrare gli studenti universitari.
Nelle scorse settimane, si e' svolto un incontro formativo, rivolto agli allievi della facolta' di scienze infermieristica e medicina, presso l'ospedale civile Santa Maria Goretti.
L'incontro, con il quale e' stato possibile aprire un dialogo proficuo e denso di interesse sul tema donazione con i numerosi studenti presenti e' stato piacevolmente esposto da relatori qualificati del “mondo Avis“, docenti universitari e medici.

 

 

Relatori dell'incontro, il dottor Francesco Equitani direttore del S.I.M.T dell'Ospedale Goretti, il dottor Giuseppe Cimino docente di ematologia presso l'universita' “La Sapienza“ sede di Latina, i dottori Guerino Silverio e Anna Maria Visco, medici di Avis Latina.
Presente all'incontro anche Marco Fioravante, presidente di Avis Latina che dopo i saluti di rito, ha illustrato agli studenti le finalita' e gli scopi dell'associazione.
Al termine dell'incontro numerose sono state le adesioni da parte dei futuri medici, per effettuare la loro donazione di sangue, tante anche le domande di carattere medico e di motivazione al dono, alle quali hanno risposto in modo esauriente i relatori presenti.
Sabato 4 dicembre, presso il centro cittadino di Corso Matteotti, gli studenti della facolta' di scienze infermieristiche e medicina effettueranno la loro donazione di sangue. 

CIAO MEMO 


Non ci sono parole, se non un semplice "CIAO" per annunciare con dolore e commozione, la scomparsa oggi, martedi' 03 agosto, di Melchiorre Savatteri, per i piu' Memo.
Figura storica nonche' rilevante per la storia avisina della nostra citta', Memo e' stato da sempre impegnato per la nascita e lo sviluppo dell'Avis a Latina e in provincia.
Passione che inizia sin da ragazzo, divenendo a poco una ragione di vita, spinta dal forte desiderio di aiutare il prossimo attraverso un contributo tangibile, concretizzatosi in un solo gesto: donare. 

 

 

In questi anni tanto ha fatto per la sua Avis, per i donatori, per i volontari, per il personale medico, per quell’Avis di Corso Matteotti e' stato sempre un punto di riferimento, in questi anni, tra nuove sfide, nuovi traguardi, Memo e' stato sempre presente, fino all'ultimo.
Tanti i ricordi e, soprattutto i successi che dobbiamo al suo brillante operato, che ha saputo nel corso degli anni portare la sezione Avis di Latina tra le prime della regione, per efficienza, numero di donatori e sacche raccolte.
Memo ci lascia all'eta' di 77 anni, i funerali si svolgeranno mercoledi' 04 agosto alle ore 15.30 presso la Parrocchia di Santa Domitilla nei pressi del centro commerciale Morbella; in questo difficile momento un pensiero va ai sui famigliari.